Serve aiuto?
contatta il nostro Sommelier
  +39 392 7305116  
info@sosvino.com

Pas Dosè CINQUE

Buvoli Metodo Classico

€ 38,00

acquista
disponibile subito
Marco Buvoli: "Il Pas Dosé" (che alcuni chiamano “Dosaggio Zero” oppure “Pas Operé”, oppure ancora “Brut Nature”) è la sfida più difficile per un produttore di Metodo Classico, in quanto si lavora “senza trucco”. Il Pas Dosé è lo spumante che deve stare in piedi da solo: è per questo che si produce solamente quando la bottiglia ha una buona struttura, un grande equilibrio e –aggiungo io- soprattutto una forte personalità.
È una bollicina tagliente, diretta, senza compromessi. Non piace a tutti, in genere è il punto di arrivo di lungo percorso di conoscenza del Metodo Classico, ma gli appassionati aumentano ogni anno.
Il mio primo Pas Dosè è prodotto in serie limitatissima (nemmeno 400 bottiglie) e nasce da una cuvée che ha sostato 6 anni sui lieviti prima di essere degorgiata nell’ottobre 2012. Ha note di liquerizia e spezie, accenna note terziarie ma senza aggressività. 
Sconsiglio di servirlo troppo freddo: l’ideale è intorno ai 10-12 gradi, per coglierne tutta l’emozione. È un ottimo aperitivo e accompagna magnificamente pesce e –soprattutto- crostacei."
Cantina Buvoli Vicenza
Regione Veneto
Tipo uva Pinot nero 100%
Quantita ettaro 60-65 quintali
Grado alcolico 13% vol
Vendemmia N.A. (Cuvèè)
Affinamento Fermentazione in acciaio e parte in barrique 6 anni + rabbocco con riserva vecchia
Sistema di allevamento Cordone Speronato
Eta Vigneti 14 anni
Champenoise Si
Altezza Vigneti 200-250 metri s.l.m.
Zona Vigneti Costabissara
Terreno Argilloso-calcareo
Formato 0,75 l

Buvoli Vicenza

Gambugliano, Vicenza

Sulle bellissime colline che circondano Vicenza, nel 1997 comincia l'avventura di Marco Buvoli e del suo Pinot Nero. Acquista una proprietà abbandonata con una vecchia casa in pietra, la restaura, costruisce una piccola cantina che negli anni verrà poi ampliata sino alle dimensioni attuali. Marco rimane un garagista, un produttore di piccoli numeri e di serie limitate. Una sfida difficile: il Pinot Nero, oltre ad essere una delle varietà più impegnative da coltivare in vigna, è anche un'uva che non perdona l’inesperienza in cantina.

Marco vuole sperimentare tutte le possibili espressioni del proprio vigneto, 3 ettari piantati in due siti molto diversi fra di loro a 250 metri s.l.m. con esposizione sud-est, ma è consapevole che ogni sperimentazione in cantina deve partire da una materia prima perfetta. E' quindi nel vigneto che vengono concentrati gli sforzi: scelta dei migliori cloni francesi, potature severissime per ottenere rese mai superiori a 1,2 kg per pianta per il rosso e 1,5 kg per gli spumanti, potatura verde, diradamento dei grappoli all'invaiatura, vendemmia manuale in cassette solo quando l'uva ha raggiunto la perfetta maturazione aromatica e polifenolica. E' innanzitutto un’agricoltura rispettosa della terra e dell’ambiente: la Biodinamica, con la consulenza dell’agronomo Leonello Anello. Nessuna concimazione, solo inerbimento, sovesci, ripuntature del terreno e naturalmente i preparati biodinamici. Assolutamente vietati i trattamenti con prodotti chimici sistemici (cioè che entrano nella struttura della pianta, intossicandola) ma solo trattamenti con prodotti di copertura applicati in piccolissima quantità quando necessario.

Dal 2001 vengono prodotti spumanti a base 100% Pinot Nero, sia bianchi che rosé. Marco ama le bollicine raffinate ed eleganti, e sin dall’inizio sceglie di lasciare riposare le sue bottiglie sui lieviti per molti anni, lasciando che sia il tempo a sviluppare i complessi profumi terziari e un perlage molto fine.

“Credo che con una buona materia prima, la vinificazione sia un processo naturale e che il compito del produttore sia solo quello di gestirla assecondando il suo naturale percorso”, dice Marco. In cantina non usa enzimi, batteri, polverine magiche. La solforosa è usata in piccolissime quantità anche nella fase di imbottigliamento, perché il vino deve “stare in piedi” per un suo equilibrio enzimatico e non grazie ai conservanti.

Negli anni Marco ha sperimentato molto, e oggi possiamo trovare in commercio alcune bottiglie nate da piccolissime produzioni, spesso poche centinaia, che ci comunicano l'estro creativo di un artigiano e artista del Pinot Nero.

scopri tutti i vini di questa cantina